Recensione La forma dell’acqua
Autore: Guillermo del Toro, Daniel Kraus
Pagine: 423
E-book: 9,99
Cartaceo: 15,30
Casa Editrice: Narrativa TRE60
Pubblicato il: 01/03/2018
Genere: Narrativa contemporanea
Recensione di: Federica
Valutazione4 stelle

“Incapace di percepire la forma di Te, ti trovo tutto intorno a me. La tua presenza mi riempie gli occhi del tuo amore, umilia il mio cuore, perché tu sei ovunque”.
La forma dell’acqua di Guillermo del Toro, Daniel Kraus

Il progetto La forma dell’acqua (The shape of water) è nato con l’intento di poter lavorare parallelamente a un prodotto che potesse essere romanzo e film. A differenza del film, che ha si è aggiudicato 4 Oscar, nel romanzo gli autori hanno però giocato abilmente sulla voce di ogni personaggio dando al motore a questa fiaba gotica incastrata nello scenario grigio di una Baltimora degli anni ’60. un aspetto corale.

Non solo una storia d’amore dunque ma anche di minoranze: Elisa è una donna muta, Giles è un omosessuale, Zelda è una di colore, Lainie Strickland è una moglie confinata negli schemi sociali degli anni ’60, il Deus Branquia è un’anomalia. Eppure sono tutti lì, pronti a scalare la montagna pur di raggiungere la libertà.

Mentre Elisa combatte per la creatura, altri personaggi sono invischiati in un’altra lotta che è mossa sempre in nome dell’amore.

 

 

 

 

 

Idee da leggere