Recensione Non so chi sei ma io sono qui
Recensione Non so chi sei ma io sono qui
Autore: Becky Albertalli
Pagine: 173
E-book: 8,99
Cartaceo: 8,93
Casa Editrice: Mondadori
Pubblicato il: 04/10/2016
Genere: Adolescenti e ragazzi
Recensione di: Federica
Valutazione4 stelle

 

Non pensi che il coming out lo debbano fare tutti? Perché essere etero è una cosa scontata? Tutti dovrebbero dichiararsi qualcosa, e dovrebbe essere imbarazzante sia per gli etero sia per i gay, i bisessuali e quello che vuoi. Dico per dire.
Non so chi sei ma io sono qui di Becky Albertalli

Simon ha diciassette anni, una famiglia eccentrica, degli amici fedeli e due segreti: è gay e da qualche tempo si scambia email con un ragazzo di cui non conosce l’identità, Blu, con il quale si sente libero di essere davvero se stesso e per il quale giorno dopo giorno prova un affetto sempre più profondo.

Tutto sommato la vita di Simon procede come quella di un normale adolescente ma a rovinare tutto ci pensa Martin, che un giorno scopre e fotografa le mail del ragazzo a Blu e decide di ricattarlo.

Non so chi sei ma io sono qui è un romanzo davvero carino e leggero che parla a tutti, indipendentemente da quale sia l’orientamento sessuale di ognuno di noi. Perché tutti abbiamo provato la sensazione di essere continuamente giudicati o il terrore di non piacere alla persona di cui ci stiamo innamorando.

Il libro nel 2018 diventerà anche un film, Love, Simon diretto da Greg Berlanti.