recensione wonder
Recensione Wonder
Autore: R. J. Palacio
Pagine: 288
E-book: 6,99
Cartaceo: 10,22
Casa Editrice: Giunti Editore
Pubblicato: 8 maggio 2017
Genere: Young adult
Recensione di: Federica
Valutazione5 stelle

 

So di non essere un normale ragazzino di dieci anni. Sì, insomma, faccio cose normali, naturalmente. Mangio il gelato. Vado in bicicletta. Gioco a palla. Ho l’Xbox. E le cose come queste fanno di me una persona normale. Suppongo. E io mi sento normale. Voglio dire dentro. Ma so anche che i ragazzini normali non fanno scappare via gli altri ragazzini normali fra urla e strepiti ai giardini. E so che la gente non li fissa a bocca aperta ovunque vadano. Se trovassi una lampada magica e potessi esprimere un desiderio, vorrei avere una faccia così normale da passare inosservato. Vorrei camminare per strada senza che la gente, subito dopo avermi visto, si volti dall’altra parte. E sono arrivato a questa conclusione: l’unica ragione per cui non sono normale è perché nessuno mi considera normale.
Wonder di R. J. Palacio

August ha undici anni ed è nato con una gravissima deformazione facciale. Da sempre studia a casa, protetto dalla cattiveria del mondo dai genitori e dalla sorella Via. Tutto cambia nella vita di Auggie quando sua madre gli comunica che in occasione della prima media dovrà iniziare a frequentare una scuola vera.

Inizia così la storia di Auggie narrata sia da lui che da coloro che incrociano la sua vita nel corso dell’anno scolastico:  sua sorella Via, la sua amica Miranda, il ragazzo di Olivia Justin, i compagni di scuola Jack e Summer.

È molto semplice amare questo libro e il suo protagonista che racconta le sue difficoltà senza vittimismo e con la forza di chi si rende conto di dover convivere con qualcosa di enorme che lo allontana dal concetto comune di “normalità”.

Impossibile non commuoversi al racconto di August che aspetta Halloween per poter girare con una maschera ed essere uguale a tutti gli altri. Fanno stringere il cuore i ricordi di quegli anni passati interamente con un casco in testa per nascondersi da occhi esterni. Fa tenerezza l’affetto puro di Summer e Jack per Auggie.

Un libro che nella sua semplicità è un inno alla diversità e alla gentilezza. Una favola di Natale da leggere ma anche da scoprire al cinema proprio in questi giorni.

Idee da leggere