il mare dove non si tocca
Recensione Il mare dove non si tocca
Autore: Fabio Genovesi
Pagine: 324
Cartaceo: 16,15
E-book: 5,99
Casa Editrice: Mondadori
Pubblicato il: 05/09/2017
Genere: Narrativa italiana
Recensione di: Rossella
Valutazione

 

Ricordati questo, bimbo, ricordatelo bene, le cose importanti della vita non te le può spiegare nessuno, perché sono così semplici che le capisci subito da solo. Il problema però è che non le vuoi capire. Capito?”
Il mare dove non si tocca di Fabio Genovesi

Il piccolo Fabio ci racconta il suo mondo e lo fa con l’innocenza, la sincerità e la semplicità tipiche di un bambino.

Ci parla della sua mamma che cerca sempre di proteggerlo, del suo papà tanto affettuoso e capace di aggiustare di tutto, che dopo un incidente entra in coma, e ci racconta soprattutto dei suoi tanti zii (in realtà fratelli del nonno) che se lo contendono perché l’unico bambino della famiglia.

Questi zii però sono ingombranti, assurdi, eccentrici. Lo trascinano a caccia, alla ricerca di funghi, a pesca e lo coinvolgono in una serie di attività inconsuete per un bambino della sua età. Sì, perché Fabio in effetti non ha alcun amico né alcun legame con i suoi coetanei.

Il quadro generale è ulteriormente complicato da una maledizione che sembra colpire i maschi della famiglia: tutti coloro che a 40 anni non sono ancora sposati, diventano pazzi.

Per Fabio cambierà tutto quando, arrivato al primo anno di scuola, dovrà confrontarsi con i suoi coetanei e cominciare a conoscerli e viverli. Fortunatamente verrà in suo aiuto una bambina molto saggia che si aggira vestita da coccinella. Capirà presto che le stranezze, che difficilmente vengono accettate, sono preziose e ci rendono unici. Ed è forse anche grazie a queste che riusciamo a risalire a galla quando una corrente cerca di trascinarci verso il fondo del mare.

Fabio ha tanto da insegnare e lo fa in modo leggero e innocente. Ed è proprio questo a rendere interessante e commovente questa storia semplice e pulita.

Idee da leggere