rapsodia francese
Recensione Rapsodia Francese
Autore: Antoine Laurain
Pagine: 194
E-book: 9,99
Cartaceo: 15,73
Casa Editrice: Einaudi
Pubblicato il: 14/02/2017
Genere: Narrativa contemporanea
Recensione di: Rossella
Valutazione

 

“…Il gruppo era stato disperso dalla vita, tutto qui”
Rapsodia francese di Antoine Laurain

Alain, medico cinquantenne, riceve con trentatré anni di ritardo una lettera rimasta sepolta in un armadio dell’ufficio postale. Si tratta di un ingaggio da parte di una casa discografica per la band musicale cui faceva parte da ragazzo. Questo scatena in lui una crisi profonda: il suo lavoro è sempre uguale e noioso, sua moglie lo tradisce e si imbottisce di sonniferi, i figli sono ormai grandi e lontani da casa.

Comincia quindi a pensare a come sarebbe stato se quella lettera fosse arrivata al momento giusto, cosa sarebbe diventato e cosa sarebbe successo. Decide di cercare i vecchi membri del gruppo scoprendo così che cosa hanno fatto nella loro vita: incontrerà il batterista Stan che ha appena fatto un’installazione alle Tuilieres e ha una relazione con un’attrice porno russa; Frederic invece si è trasferito in Thailandia; il bassista Sebastien è diventato capo di un gruppo di estrema destra. Più interessante la parte in cui si viene a scoprire la vita di JBM, uomo d’affari importantissimo, che si intreccia per un segreto mai svelato a quella di Bérengèr, la cantante di cui Alain era segretamente innamorato.

Uno sguardo sul futuro e sul passato; un libro piacevole e scorrevole.

Idee da leggere