Per chiudere al meglio questo 2016 raccogliamo in un articolo le più belle citazioni di quest’ultimo anno. Frasi selezionate per la loro forza e per la loro capacità di coinvolgere il lettore e ispirarlo.

“Tu devi avere un coraggio nuovo, mia ragazza di Turchia. Ti vogliono rimandare indietro a tempi lontani, mentre a te piacciono capelli al vento e gonne leggere, ascoltare musiche forti, andare a zonzo con gli amici e sentirti uguale a loro. Vorresti lottare a viso scoperto. E invece dovrai scoprire di nuovo il coraggio sotterraneo dei deboli, l’audacia che si muove nell’ombra, e cercare nella tua storia antica le ragioni e la forza per sopravvivere”
Lettera di una ragazza in Turchia di Antonia Arslan

Perché si possa cominciare ad ammirare il gambo di una rosa o i petali di una primula, bisogna che certe cose siano andate irrimediabilmente male
Il corso dell’amore di Alain De Botton

«Perché la meraviglia è imperfetta?» Lui la fissa, in attesa. Lei si chiede se dovrebbe cercare una risposta accurata, o cavarsela con una battuta; alla fine parla senza riflettere. «Perché non dura.»
L’imperfetta meraviglia di Andrea De Carlo

“…tante altre cose accomunano donne e uccelli: adattabilità, mobilità, inquietudine fisica dipendente dall’accorciarsi oppure dall’allungarsi dell’orbita solare, desiderio di spostamenti frequenti. Ci potrebbe essere dovuto al fatto che la percezione del tempo negli uccelli è simile alla percezione del tempo nella donna…”

Il rosso vivo del rabarbaro di Auður Ava Ólafsdóttir

È destabilizzante avere più di quello di cui si ha bisogno.
Eccomi di Jonathan Safran Foer.

“Non sono sicuro che essere senza paura sia un bene per la tua salute”.
Harry Potter e la maledizione dell’erede di J.K. Rowling

“Non ti innamori delle cose perfette, senza segni.
Le cose perfette sono di tutti.
Ti innamori delle zone d’ombra, delle crepe,
delle storture che vedi e senti dentro, che ti appartengono.
Ti innamori di chi è riuscito a sopravvivere.”
Non aspettare la notte di Valentina D’Urbano

“Prese la strada della biblioteca: uno non dimentica mai da dove viene.”
Lo scherzo di Solimano di Mélanie Sadler

“L’amore non è altro che pazienza. Una pazienza devota, accanita, tirannica. Una pazienza irrazionalmente ottimista”.
Nel giardino dell’orco di Leila Slimani

“Il passato non si può aggiustare. Però, almeno, possiamo imparare dai nostri errori, così da non ripeterli, per non chiamare ogni volta in causa il destino che, in realtà, ci segue sempre un passo indietro e si ciba degli sbagli che lasciamo lungo la strada.”
La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone

“Vorrei essere una persona da cui essere felici di tornare”.
Non è la fine del mondo di Alessia Gazzola

“Ada sa che ci sono cose che, quando iniziano, fanno rumore. E quando sente quel rumore, si ferma e ascolta. Ascolta il rumore delle cose che iniziano”.
Il rumore delle cose che iniziano di Evita Greco

Idee da leggere