Il ponte dell’Immacolata è il momento migliore per cominciare a entrare in modalità feste e a preparare l’albero. Anche i libri possono essere degli ottimi compagni per aiutarci a respirare la giusta atmosfera natalizia. Ecco di seguito una lista di libri sul Natale selezionati sia per coloro che lo amano e ne hanno una visione idilliaca, sia per coloro che non lo possono sopportare e cercano letture dissacranti.

5 libri da leggere mentre si prepara l'albero

Holidays on Ice di David Sedaris

David Sedaris racconta la sua esperienza come elfo natalizio in un grande magazzino di New York attraverso una serie di scene esilaranti e corrosive che fotografavano impietosamente le icone sacre del mondo di oggi. Questo libro sul falso luccichio del Natale ha rivelato il talento di questo giovane umorista, comico spietato e sottilissimo, implacabile osservatore delle follie della modernità.

Qualsiasi regalo avessi ricevuto, un’aspirapolvere industriale o una scimmia nasica vecchia e rugosa, non mi avrebbe mai reso felice come il fatto di sapere che eravamo l’unica famiglia in tutto il quartiere con una prostituta in cucina.
Holidays on Ice di David Sedaris

La vita e le avventure di Babbo Natale di L. Frank Baum

Scritto da uno dei più famosi e importanti autori per l’infanzia di sempre (basti citare Il meraviglioso Mago di Oz) questo libro è la narrazione di come Babbo Natale è diventato Babbo Natale. Baum trasmette in queste pagine tutto il suo amore per la natura e per la pace. La sua è una storia rivolta ad adulti e bambini, perché imparino a lasciare il mondo in condizioni migliori di quelle in cui lo hanno trovato.

Portava i giocattoli ai bambini perché erano piccoli e indifesi, e perché li amava. Sapeva che i bambini migliori ogni tanto si comportavano male, e che quelli cattivi spesso erano buoni. Così stavano le cose con i bambini, in tutto il mondo, e lui non avrebbe cambiato la loro natura nemmeno se avesse avuto il potere di farlo.
La vita e le avventure di Babbo Natale di L. Frank Baum

Fuga dal Natale di John Grisham 

John Grisham contro il consumismo nella più originale parabola sul Natale di tutti i tempi. Luther e Nora Krank sono un’affiatata coppia di mezza età, abituata a vivere secondo le tradizioni. Quando però la loro unica figlia decide di partire come volontaria per il Sudamerica, i due decidono concordemente di rinunciare per una volta ai festeggiamenti natalizi e di andare in crociera. Ma le cose non sono affatto semplici e verranno presi di mira da tutta una comunità che non accetta deroghe alla norma…

L’uscita era affollata di viaggiatori stanchi, per lo più in piedi e accalcati lungo le pareti perché da tempo, ormai, gli scarsi sedili di plastica erano stati occupati. Almeno un’ottantina di passeggeri arrivavano e partivano su ogni aereo, eppure c’era da sedere solo per poche decine.
Sembravano mille le persone in attesa del volo delle diciannove per Miami. Erano infagottati e carichi, e dopo essersi districati nel traffico, al check-in e nell’assembramento dell’atrio apparivano tutti un po’ spenti. Era il martedì prima del Ringraziamento, il giorno più caotico dell’anno per i viaggi in aereo e, mentre sgomitavano e venivano compressi in un nodo ancora più stretto a ridosso dell’uscita, molti si chiedevano, non per la prima volta, perché mai avessero scelto quella data per volare.
Fuga dal Natale di John Grisham

Il viaggio di Elisabet di Jostein Gaarder

Joachim per regalo riceve un calendario dell’Avvento magico da cui ogni giorno appare un pezzo di carta dedicato alla storia di Elisabet Hansen. Una giovane donna che inseguendo un agnellino di peluche spuntato da un grande magazzino di Oslo comincia un viaggio a ritroso nel tempo verso la Terrasanta, insieme a una straordinaria comitiva formata da angeli, curiosi personaggi biblici, il governatore della Siria, un altezzoso imperatore, e molti altri.

È facile scoraggiarsi, quando anche chi ti è più vicino perde la fiducia in te.
Il viaggio di Elisabet di Jostein Gaarder

Il canto di Natale di Charles Dickens

Christmas Carol: A Goblin Story of Some Bells that Rang an Old Year Out and a New Year In è una delle opere più famose di Charles Dickens nonché una delle più famose e commoventi storie sul Natale nel mondo. Narra della conversione del tirchio Ebenezer Scrooge visitato nella notte di Natale da tre spiriti (il Natale del passato, del presente e del futuro).

Ho sempre pensato al Natale come ad un bel momento. Un momento gentile, caritatevole, piacevole e dedicato al perdono. L’unico momento che conosco, nel lungo anno, in cui gli uomini e le donne sembrano aprire consensualmente e liberamente i loro cuori, solitamente chiusi.

Il canto di Natale di Charles Dickens

Uno stupido Angelo. Storia commovente di un Natale di terrore di Christopher Moore

Natale sta arrivando e gli abitanti del villaggio di Pine Cove sono impegnatissimi nei preparativi. Tra di loro c’è il piccolo Joshua che ha visto con i suoi occhi Babbo Natale ricevere un colpo di pala e stramazzare a terra. Il colpo di pala è stato opera di una donna sexy, Lena Marquez, e il Babbo Natale stramazzato a terra altri non è che l’ex marito di lei che, travestito dalla figura natalizia per eccellenza, voleva aggredirla. Ma tutto quello che Joshua ha capito è che Babbo Natale è morto e per questo, da quel momento, la sua unica preghiera è: “Ti prego, Babbo Natale, torna dal regno dei morti!”. E si sa, per quanto impossibili, a volte i desideri dei bambini vengono accolti in paradiso…

Se state comprando questo libro come regalo per vostra
nonna o per un ragazzino, sappiate che contiene parolacce,
gustose descrizioni di cannibalismo e quarantenni che
fanno sesso. Poi non date la colpa a me. Io vi ho avvisato.
Uno stupido Angelo. Storia commovente di un Natale di terrore di Christopher Moore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere