“Tu devi avere un coraggio nuovo, mia ragazza di Turchia. Ti vogliono rimandare indietro a tempi lontani, mentre a te piacciono capelli al vento e gonne leggere, ascoltare musiche forti, andare a zonzo con gli amici e sentirti uguale a loro. Vorresti lottare a viso scoperto. E invece dovrai scoprire di nuovo il coraggio sotterraneo dei deboli, l’audacia che si muove nell’ombra, e cercare nella tua storia antica le ragioni e la forza per sopravvivere”
Lettera di una ragazza in Turchia di Antonia Arslan

Lettera di una ragazza in turchia

Recensione: Lettera di una ragazza in Turchia
Autore: Antonia Arslan
Pagine: 145
Ebook: 9,99
Cartaceo: 12,75
Casa Editrice: Rizzoli
Pubblicato il: 10/11/2016
Genere: Narrativa contemporanea
ValutazioneValutazione tre stelle

 

 

Un libro intimo, un viaggio nel passato, una lettera che l’autrice scrive a una ragazza turca immaginata, per incoraggiarla ad affrontare il futuro ancora imprevedibile.

C’è sempre l’Armenia nei suoi racconti, il calvario che hanno subito nella prima metà del Novecento i suoi abitanti perseguitati dai turchi; questa volta è la memoria familiare a fare da sfondo, tre vicende narrative che ci svelano episodi, momenti storici , che ci insegnano la Storia.

Il libro vuole essere un messaggio alle nuove generazioni, per non dimenticare una tragedia accaduta cento anni fa e per insegnare loro il rispetto e la tolleranza. E’ anche un monito alle ragazze di lottare sempre con forza e intelligenza per rimanere se stesse, per la propria identità.

Antonia Arslan è capace tramite una scrittura lineare e chiara, ma carica di ritmo e poesia, di raccontare ed emozionare. Un argomento certamente impegnativo, ma raccontato con tale semplicità e intimità che si legge pagina dopo pagina senza interruzioni.

Idee da leggere