stupore-e-tremoriRecensione: Stupori e tremori
Autore: Amélie Nothomb
Pagine: 128
Ebook: 5,99
Cartaceo:  7,23
Casa Editrice: Guanda
Pubblicato il: 14/07/2012
Genere: Narrativa contemporanea
Recensore: Rossella
ValutazioneValutazione tre stelle

“Non dire troppo male di te stesso: finiranno per crederci.”
Stupore e tremori di Amélie Nothomb

La giovane belga Amelie inizia a lavorare per la Yumimoto, una delle più grandi multinazionali giapponesi.

Grazie alla sua conoscenza del francese e del giapponese ottiene un lavoro per un anno e comincia con entusiasmo e carisma questa sua esperienza professionale. Nonostante la disponibilità e l’aver portato a termine un lavoro in maniera molto brillante, Amelie non si rende conto di aver scavalcato assurde gerarchie e non aver rispettato alcuni rapporti all’interno della vita aziendale. Comincia così a subire continui attacchi e le verranno affidati sempre più umili lavori fino a farla diventare la “guardiana dei cessi”.

Il libro è scritto con grande ironia e sarcasmo; il linguaggio è molto curato e la trama originale e brillante. L’avvertenza per chi comincerà a leggere questa storia è quella di intenderla una satira leggera, senza alcuna pretesa sociologica.

Idee da leggere