I libri più belli usciti ad ottobre per noi sono stati questi. Voi li avete letti?

1 – Volevo solo andare a letto presto di Chiara Moscardelli

Agata ha 35 anni, vive a Roma, lavora in una casa d’aste ed è simpaticamente nevrotica. Tutto nella sua vita procede normalmente finché non si imbatte, per lavoro, in un uomo che nasconde un mistero. Dopo la Chiara di Volevo essere una gatta morta e la Penelope di Quando meno te lo aspetti, Chiara Moscardelli da vita a un’altra strepitosa eroina ad alto tasso di identificazione. Scopri di più 

2 – Il giardino di Amelia di Marcela Serrano

Durante il periodo della dittatura di Pinochet, in Cile, il giovane sovversivo Miguel incontra l’anziana e ricca Sybil. Un incontro che segnerà la vita di entrambi. La mitica Marcela Serrano torna con una nuova, avvolgente, storia di amore e di destini incrociati. Scopri di più

3 – Un pò di follia a primavera di Alessia Gazzola

Mentre in tv va in onda la serie L’Allieva, in libreria arriva l’ultimo romanzo dedicato alle avventure della studentessa di medicina legale Alice Allevi, che questa volta è alle prese con l’omicidio di un famoso psichiatra (che tra l’altro lei conosceva), trovato morto nel suo studio romano in una giornata di primavera. Scopri di più

4 – Un figlio di Alejandro Palomas

Dietro le parole dei bambini si nascondono sempre grandi verità. Quando nella classe di Guille viene chiesto di rispondere al quesito: “Cosa voglio essere da grande”, le risposte non sono troppo sorprendenti: i piccoli immaginano di diventare calciatori, modelle, Beyoncé, principesse e piloti. L’unico sogno che desta qualche sospetto è quello di Guille, che da grande vorrebbe essere… Mary Poppins. La maestra si preoccupa e consiglia al padre di consultare uno psicologo, ma per il bambino la risposta ha una logica: e se davvero bastasse recitare la formula Supercalifragilistichespiralidoso per risolvere i problemi della sua famiglia? Non varrebbe la pena provarci? Scopri di più

5 – Alla pari di Claudia De Lillo

Alice arriva a Milano dagli Usa per lavorare come ragazza alla pari in una variopinta famiglia progressista. Attraverso le mail che invia ad amici e parenti rimasti Oltreoceano emerge la fisionomia dell’Italia. E la capacità del nostro sguardo sul mondo di cambiare, quando siamo messi a confronto con una cultura diversa. Scopri di più

6 – Gli eredi della terra di Ildefonso Falcones

Barcellona, XV secolo. Arnau Estanyol, responsabile dei contributi di beneficenza per la Chiesa di Santa Maria del Mar, decide di aiutare Hugo, un ragazzino di quattordici anni a sopravvivere al disordine del nuovo quartiere di Barcellona, il Raval. Con il capovolgimento della dinastia reale e il ritorno in città di Genis Puig come Capitano Generale degli eserciti di Catalogna, il disordine cresce sempre di piu e Hugo perde il suo protettore. Ad attenderlo alle porte di Barcellona ci sono delle vigne molto speciali, di cui imparerà ben presto tutti i segreti, diventando così un esperto e molto richiesto vinaio. Ma la sorte ha in serbo per lui un destino fitto di incontri, avventure e amori. Tra le terre profumate di vino della Catalogna, negli anni fervidi del Concilio di Costanza, Ildefonso Falcones ambienta il seguito di “La cattedrale del mare”. Scopri di più

Idee da leggere