jack-frusciante-e-uscito-dal-gruppo

Recensione: Jack Frusciante è uscito dal gruppo
Autore: Enrico Brizzi
Pagine: 106
Ebook: 4,51
Cartaceo:  6,99
Casa Editrice: Mondadori
Pubblicato la prima volta nel: 1994
Genere: Narrativa contemporanea
Valutazione4 stelle

 

“Come in quella canzone incredibile dei Cure dove lei è bellissima e il povero la guarda ammirato e lei si sente offesa e Robert Smith dice “Ecco perché ti odio”.”
Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enrico Brizzi

Sono i primi anni Novanta: gli anni della Guerra del Golfo, della morte di Falcone e Borsellino, del passaggio dalla Prima alla seconda Repubblica.

Gli stessi anni in cui il diciassettenne Alex si trova a fare i conti con una vita cui fatica a trovare un senso. A tenerlo su c’è la musica, dai Pistols ai Clash, gli amici e Adelaide, entrata nella sua vita durante una tediosa e asfissiante domenica pomeriggio. Ai due adolescenti non servono molte parole per accorgersi di come tra loro esista un’affinità sorprendente, capace di farli comunicare anche attraverso lunghi silenzi. Alex è improvvisamente felice e tutto nella sua vita inizia ad apparirgli sotto una luce diversa. Adelaide diventa sua amica, confidente e amante.

Ho letto, per la prima volta, Jack frusciante è uscito dal gruppo durante il liceo oltre dieci anni fa e ricordo di quanto quelle pagine avessero parlato dell’adolescente che ero e di quella che non sarei mai stata. L’ho riletto in questi giorni spinta da una strana nostalgia e vi ho scovato sentimenti e significati nuovi tinti di nostalgia. Consigliato a tutti ma soprattutto agli adolescenti, che possono trovare loro stessi in questo libro anche se tratta di anni diversi. perché i sentimenti sono sempre gli stessi anche se le mode cambiano.

Idee da leggere