Mille splendidi soli

Recensione: Mille splendidi soli
Autore: Khaled Hosseini
Pagine: 408
Ebook: 6,99
Cartaceo: 10,12
Casa Editrice: Edizioni Piemme
Pubblicato il: 7/10/2010
Genere: Letteratura contemporanea
Recensore: Federica
Valutazione4 stelle

“Il futuro non aveva importanza. E dal passato aveva appreso solo questa lezione di saggezza: l’amore era un errore pericoloso e la sua complice, la speranza, un’illusione insidiosa”.
Mille splendidi soli di Khaled Hosseini

In Mille splendidi soli si intrecciano le vite di due donne che sono costrette a condividere lo stesso tetto e lo stesso uomo.

Mariam è un “harami“, una figlia illegittima nata da un padrone e una serva. Vive su una collina in una casa di legno dove passa le sue settimane ad attendere i rari momenti in cui il padre viene a trovarla. Dopo che sua madre il padre le trova un marito: Rashid, un vedovo sulla quarantina. a sua vita con l’uomo diventa ben presto un incubo e la ragazza, dopo il primo aborto spontaneo, vive in un clima di disprezzo e di assoluta sofferenza.

Nella casa accanto abitano Fariba e Hakim, che invece vogliono una vita migliore per la propria figlia Laila. Laila è istruita, bella e molto più giovane di Mariam. Il suo amico di sempre Tariq crescendo diventa il suo grande amore e prima della partenza di quest’ultimo a causa della guerra i due giovani suggellano il loro sentimento andando a letto insieme. Quando anche Laila sta per partire e raggiungere Tariq in Pakistan, un razzo colpisce la casa di Laila lasciandola orfana. Ad occuparsi della giovane donna saranno proprio Mariam e suo marito Rashid. La ragazza, dopo aver appreso falsamente la notizia della morte di Tariq, sposa Rashid, cosciente però del fatto di essere incinta di Tariq, partorendo una bambina dal nome Aziza.

Alla nascita della bambina Rashid si comporta in maniera violenta, perché desiderava avere un figlio maschio, ed è solo a questo punto della storia che le vite delle due protagoniste si intrecciano in modo indissolubile.

Mille splendidi soli è un romanzo dalla scrittura potente che consente il lettore di immergersi completamente in nell’anima di due donne Afghane circondate da un paese in guerra. Assolutamente consigliato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere