Tsugumi
Recensione: Tsugumi
Autore: Banana Yoshimoto
Pagine: 158
Ebook: 1,50
Cartaceo:  4,99
Casa Editrice: Feltrinelli
Pubblicato nel: 1996
Genere: Narrativa straniera
ValutazioneValutazione tre stelle

“Giornate di una felicità intensa non capitano spesso nella vita. Ed è inseguendo quel vivido miraggio, che le persone riescono a tirare avanti e a invecchiare”
Tsugumi di Banana Yoshimoto

Protagonista del romanzo è Maria, ragazza candida e semplice, la cui esistenza è segnata in modo forte sin dalla prima infanzia dalla cugina Tsugumi, cagionevole di salute, cattiva, viziata ed estremamente intelligente.

Per le vacanze Maria ritorna al suo paese natìo in riva al mare da Tokyo, dove si è trasferita anni prima per studiare e frequenta l’università. Durante il soggiorno estivo nella località marittima trascorre il suo tempo nell’albergo degli zii con le sue due cugine: Tsugumi e Yoko.

L’Amicizia e il mare sono i due punti cardine della narrazione: l’affetto che c’è tra i personaggi è tangibile e sarà proprio Tsugumi a renderlo evidente.

Il mare provoca nella protagonista un sentimento di nostalgia, la sensazione che quell’estate non può essere rivissuta ma che va conservata gelosamente nel cuore, proprio come conserverà il ricordo delle sue cugine, Tsugumi e Yoko, e dei suoi amici.

Lo stile è semplice e chiaro e caratterizzato da una scrittura fatta di immagini ed evocazioni tipica della Yoshimoto. Non è il romanzo più bello della scrittrice ma sicuramente è in grado di suscitare moltissime emozioni forti ed è una lettura che si apprezza meglio se fatta d’estate.

Alti articoli dedicati a  Banana Yoshimoto in Idee da leggere:
Un viaggio chiamato vita
Libri di 100 pagine da mettere in valigia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere