Open di Agassi
Recensione: Open
Autore: Andre Agassi
Pagine: 400
Ebook:3,22
Cartaceo:  11,90
Casa Editrice: Einaudi
Pubblicato il: 1/04/2011
Genere: Autobiografia
Valutazione5 stelle

“Quant’è più facile essere coraggiosi sotto un getto di acqua calda. Ricordo a me stesso che in realtà non è questo il coraggio. Ciò che provi alla fine non conta; il coraggio sta in ciò che fai”.
Open di Andre Agassi

Costretto ad allenarsi sin da quando aveva quattro anni Andre Agassi cresce con un odio smisurato per il tennis accompagnato però da uno smisurato talento. Ed è proprio in bilico tra una pulsione verso l’autodistruzione e la ricerca della perfezione che si svolgerà la sua incredibile carriera sportiva, unita a dolori fisici, ansia da prestazione e molto altro ancora.

Con i capelli ossigenati, l’orecchino e una tenuta più da musicista punk che da tennista, Agassi ha sconvolto l’ingessato mondo del tennis, raggiungendo una serie di successi mai vista prima. Una vita sempre sotto i riflettori. Ma non senza dolorosi lati oscuri.

La particolarità di questo libro che lo rende unico da leggere è la porta che Agassi apre sui suoi pensieri, sulle sue sensazioni. Sul campo e fuori. Tanto che è impossibile guardare nello stesso modo un partita di tennis dopo aver letto questo libro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere