Oggi esce per Sellerio il centesimo libro di Andrea Camilleri L’altro capo del filo. Per l’occasione, oltre a leggere la nuova opera, dedichiamo un articolo a quelli che per noi sono i suoi 5 libri più belli.

I 100 libri di Andrea Camilleri: quali i più belli da leggere?

 

1. La forma dell’acqua 

Il primo romanzo della serie che vede protagonista il Commissario Salvo Montalbano. In questo libro il commissario deve indagare sull’omicidio di un personaggio molto noto nel paese, ritrovato morto nella sua automobile.

2. La pazienza del ragno di Erodoto

Al termine del precedente romanzo Montalbano veniva ferito ad una spalla durante una sparatoria. All’inizio di questa nuova avventura, il commissario siciliano giace convalescente nel letto della sua casa di Marinella, accudito dall’amata Livia, ma la sua mente torna di continuo al momento della sparatoria, all’operazione, alle raccomandazioni dei medici. Un’inaspettata telefonata del fedele Catarella annuncia che è stato individuato, in una strada di campagna, il motorino abbandonato di una picciotta di Vigàta.

3. Donne

Donne fiere che non cedono a minacce né a lusinghe, pronte ad affrontare il loro destino. Donne misteriose che compaiono e scompaiono nel volgere di un viaggio in nave. Donne soavi e inebrianti, come la Sicilia. Donne scandalose, perché non hanno paura di prendere ciò che è loro, compresa la libertà. Semplicemente, donne. Sono loro le protagoniste di questo libro, viste da un Andrea Camilleri in carne e ossa, prima di diventare lo scrittore più amato d’Italia.

4. La concessione del telefono

Ambientato nelle solite città immaginarie attorno a Montelusa, ma tra il 1891 e il 1892. Al centro della storia, la richiesta da parte di un piccolo imprenditore di una linea telefonica per collegare la sua fabbrica alla casa del suocero. Una richiesta apparentemente innocente, che però genera una sequela di avvenimenti catastrofici, che avrebbero portato anche alla morte del protagonista.

5. Il ladro di merendine 

Il ladro di merendine è uno dei capitoli più famosi della saga di Montalbano e mette in campo il consueto interessante intreccio giallo, introducendo anche alcuni elementi legati all’attualità siciliana. Al centro della vicenda ci sono due immigrati turisini: la donna delle pulizie Karima, uccisa ma con un conto in banca troppo cospicuo per le sue condizioni, e il figlio François, scomparso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere