I miei piccoli dispiaceri
Recensione: I miei piccoli dispiaceri
Autore: Miriam Toews
Pagine: 363
Ebook: /
Cartaceo: 15,30
Casa Editrice: Marcos Y Marcos
Pubblicato il: 09/04/2015
Genere: Narrativa contemporanea
Valutazione5 stelle

 

 

 

“Insomma, se il cervello è un organo fatto per risolvere problemi, e se il problema è la vita e la sua invisibilità, allora un cervello razionale e funzionante sceglierebbe di porvi fine. O no?”
I miei piccoli dispiaceri di Miriam Toews

Il romanzo racconta il rapporto tra due sorelle, Elfrieda e Yolandi von Reisen. La prima è una pianista di talento. È sempre stata lei la più bella e dotata. Yoli, invece, è un disastro.

Alla vigilia di un tour importante, però, Elf tenta il suicidio, per la seconda volta in vita sua. Non vuole più vivere. Da quel momento Yoli si pone l’obiettivo di salvare Elf, o almeno di convincerla a vivere anche se acconsente ad accompagnarla in una clinica Svizzera dove praticano l’eutanasia assistita.

Tra loro c’è una specie di lotta che alterna momenti di pazzia, odio e amore, che rendono impossibile distinguere tra la forza e la fragilità, dove scene drammatiche e scene comiche si susseguono in uno stile impeccabile che porta alla luce tutti i più profondi segreti dell’animo umano.

Un libro che incanta e conquista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere