Anna-Karenina
Recensione: Anna Karenina
Autore: Lev Tolstoj
Pagine: 697
Ebook: 2,99
Cartaceo: 9,38
Casa Editrice: Feltrinelli
Pubblicato nel: 1877
Genere: Classico della letteratura
Valutazione:5 stelle

“…all’improvviso mi balenò dinnanzi agli occhi il nudo gomito femminile di un elegante braccio aristocratico. Senza volerlo cominciai a fissare questa immagine. Apparvero una spalla, il collo, e infine tutta la figura di una donna in abito da ballo che implorante fissava su me i suoi occhi tristi…”.
Anna Karenina di Lev Tolstoj

Pubblicato nel 1877, il libro venne accolto in origine piuttosto freddamente e considerato alla stregua di una semplice storia d’amore.

Oggi è considerato uno dei capolavori dell’epoca. Centro della vicenda è la tragica passione di Anna, sposata senza amore a un alto funzionario, per il brillante ma superficiale Vronskij, per fuggire con il quale abbandona l’amato figlio.

Parallelo a questo amore infelice è quello felice di Kitty e Levin, un personaggio scontroso e tormentato al quale Tolstoj ha fornito i propri tratti. In Anna Karenina è rappresentata  la colpa come ostacolo invalicabile al raggiungimento della felicità. Anna infatti è divisa tra ciò che reputa giusto e ciò che desidera e vive una vita perennemente in lotta con se stessa.

La bravura di Tolstoj nel far partecipare il lettore in prima persona ai sentimenti descritti, il grosso lavoro psicologico, il conflitto interiore della protagonista, lo rendono un romanzo estremamente interessante, a tratti quasi difficile da portare avanti per la sofferenza che trasuda dalle pagine.

Ma la vera forza del libro è la straordinaria attualità dei sentimenti e delle emozioni che vi sono raccontate. Sono passati dei secoli ma ancora oggi molte donne/uomini si trovano a dividersi tra felicità e sensi di colpa in situazioni analoghe.

Qualche parola sull’autore

Lev Nikolàevič Tolstòj è stato uno scrittore, filosofo, educatore e attivista sociale russo.
Divenuto celebre in patria grazie ad una serie di racconti giovanili sulla realtà della guerra, il nome di Tolstoj acquisì presto risonanza mondiale per il successo dei romanzi Guerra e pace e Anna Karenina, a cui seguirono altre sue opere narrative sempre più rivolte all’introspezione dei personaggi ed alla riflessione morale. La fama di Tolstoj è legata anche al suo pensiero pedagogico, filosofico e religioso, da lui espresso in numerosi saggi e lettere che ispirarono, in particolare, la condotta non-violenta dei tolstoiani e del Mahatma Gandhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere