Tre giorni a Parigi
Recensione: Tre giorni a Parigi
Autore: Mario Fortunato
Pagine: 104
Ebook: 4,99
Cartaceo: 8,25
Casa Editrice: Bompiani
Pubblicato il: 28/01/2016
Genere: Narrativa contemporanea
ValutazioneValutazione tre stelle

Molto probabilmente, con lui, la vita sarà difficile, ma chi non ama ciò che è difficile?
Tre giorni a Parigi di Mario Fortunato

Davide porta con sè due storie d’amore importanti: una avuta tanto tempo fa con Mario, un uomo molto più grande di lui, che ha amato moltissimo; una che sta vivendo ora, con Lara, ragazza conosciuta grazie alla sorella che condivide con lei un appartamento a Milano.

Lei percepisce che nasconde qualcosa, che quella stessa vacanza a Parigi Davide l’ha già vissuta con qualcun’altro che deve essere stato prezioso per lui. La chiave sta tutta in un quadro di Gaugin esposto in un museo parigino.

Un breve romanzo dove però cogliamo tutte le sfumature delle incertezze del cuore e il desiderio di liberarci dal proprio per poter vivere il presente.

Qualche parola sull’autore:

Mario Fortunato è uno scrittore e giornalista italiano. Laureato in Filosofia a Roma, dal 1983 comincia a lavorare nel mondo del giornalismo culturale, prima per Rai Tre, poi per Panorama, Reporter e infine per L’Espresso, di cui è tuttora critico letterario e sul cui sito web è autore del blog Culture Club.bNel 1988, il suo esordio narrativo con Luoghi Naturali, nove racconti legati fra loro, che ricevono il plauso di Alberto Moravia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere