La notte tra il 28 e il 29 di febbraio è la notte degli Oscar 2016. Degli otto film nominati all’88esima edizione ce ne sono cinque che sono stati tratti da un libro.

Libri da oscar

  • La grande scommessa tratto dall’omonimo libro di Michael Lewis. La storia vera di un piccolo gruppo di speculatori visionari che, dopo aver intuito cosa stava succedendo sul mercato, ben prima dello scoppio della crisi mondiale nel 2008, decide di scommettere contro il sistema.
  • The Revenant: la storia vera di Hugh Glass scritta da Michael Punke. Di come è stato abbandonato da compagni che credeva amici e invece erano traditori. Di come è sfuggito alla morte quando tutti lo pensavano spacciato. Di come è sopravvissuto a un’odissea di tremila miglia nell’immensità ostile della Frontiera americana.
  • The Martian tratto da L’uomo di Marte, di Andy Weir. Racconta di Mark Watney, uno dei primi astronauti a mettere piede su Marte.Un’improvvisa tempesta lo ha quasi ucciso e i suoi compagni, credendolo morto, lo hanno abbandonato tornando sulla terra. Ora Mark si ritrova solo su un pianeta inospitale e non ha nessuna possibilità di mandare un segnale alla base e con viveri che scarseggiano.
  • Brooklyn di Tóibín Colm è ambientato negli anni 50 in una cittadina nel sudest dell’Irlanda. La giovane Eilis Lacey, prigioniera del confronto quotidiano con la madre e la sorella Rose, non vede davanti a sé alcuna prospettiva, finché l’imprevedibile visita di un prete emigrato, padre Flood, le fa scorgere l’opportunità di una vita diversa a New York. E sarà proprio a Brooklyn che Eilis riuscirà a trasformare il passato in un futuro libero e propizio. E l’incontro con Tony, un ragazzo da amare, farà del sogno una reale possibilità che cambierà la sua vita.
  • Room, tratto dal romanzo Stanza, letto, armadio, specchio di Emma Donoghue, è la storia di Jack. Ha cinque anni e la Stanza è l’unico mondo che conosce. È il posto dove è nato, cresciuto, e dove vive con Ma’. Di notte Ma’ lo chiude al sicuro nel Guardaroba, e spera che lui dorma quando il Vecchio Nick va a fare loro visita. La Stanza è la casa di Jack, ma per Ma’ è la prigione dove il Vecchio Nick li tiene rinchiusi da sette anni e che lei tenta in ogni modo di violare.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere