Recensione L'ombra del vento
Recensione: L’ombra dl vento
Autore: Carlos Ruiz Zafòn
Pagine: 420
Ebook: 6,99
Cartaceo: 7,65
Casa Editrice: Mondadori
Pubblicato il: 1/04/2002
Genere: Narrativa contemporanea
Valutazione: 4 stelle

“E’ la tua voce che mi tranquillizza. E’ il tuo modo di parlare, il tuo modo di chiamarmi, quel nomignolo che mi riservi. E’ il fatto di immaginarti perché non posso vederti. E’ dovermi figurare la smorfia della tua bocca. E’ che sei tu. E quando si tratta di te, io non lo so che mi succede. Per quanto cerca di trattenermi, se si tratta di te…io sono felice.” L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafòn

L’ombra del vento ha inizio a Barcellona nel 1945, il giorno in cui Daniel Sempere viene portato dal padre al Cimitero dei Libri Dimenticati, dove i libri destinati a perdersi nella memoria del tempo possono riposare tra i labirintici e polverosi scaffali per l’eternità fino a quando un nuovo proprietario possa ridarvi vita e respiro.

Secondo un’antica tradizione la prima volta che si entra nel Cimitero si deve adottare un romanzo e impegnarsi a non abbandonarlo mai. Daniel sceglie L‘Ombra del Vento di Julián Carax.

Daniel vorrebbe poter avere altri titoli dell’autore, ma viene a sapere che i suoi romanzi sono introvabili e per comprenderne la causa inizia ad indagare sulla vita di Carax, portando a galla inquietanti analogie con la sua esistenza.

Il libro si sviluppa in un intreccio tra presente e passato raccontando una storia romanticamente tragica e ricca di suggestioni. Un libro particolare, strano, che colpisce.

Qualche parola sull’autore

Carlos Ruiz Zafòn è uno degli scrittori viventi più letti in tutto il mondo. Il successo arriva con il quinto romanzo, pubblicato nel 2001, dal titolo “L’ombra del vento”. A questo successo seguono “il gioco dell’angelo”, del 2008, “Il palazzo della mezzanotte”, del 2010 e “Le luci di settembre”, del 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere