Recensione Il Linguaggio segreto dei fiori

Libro: Il linguaggio segreto dei fiori
Autore: Vanessa Diffenbaugh
Pagine: 359
Ebook: 6,99
Cartaceo: 8,42
Casa Editrice: Garzanti
Pubblicato il: 2/05/2011
Genere: Romanzi rosa
Valutazione: 4 stelle

“Non mi fido, come la lavanda.
Mi difendo, come il rododendro
Sono sola, come la rosa bianca e ho paura.
E quando ho paura, lascio…”.
Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh

Victoria è una ragazza molto sensibile, che fatica a fidarsi del prossimo e che ha molte paure. Passa l’infanzia da una famiglia affidataria all’altra, fino a quando incontra Elizabeth che le fa da vera madre e le insegna il messaggio che sta nascosto dietro ogni fiore.

Grazie a questo riuscirà a trovare un lavoro come fioraia e a prendere in mano la sua vita. I suoi fiori diventeranno famosi in tutta la città; le persone accorrono da lei per regalare il fiore giusto a ogni occasione.

Ma Victoria deve fare i conti con le sue debolezze e il segreto che trascina dentro di sé; sarà l’amicizia e l’amore di Grant ad aiutarla, a trovare finalmente il fiore adatto a lei.

Libro delicato e commovente. Potrebbe sembrare la solita storia d’amore, banale, facile da vendere. Non è così: la storia è scritta bene, è molto scorrevole e capace di un grande trasporto emotivo. Molte le riflessioni e gli spunti che ci dà il racconto di Victoria; interessante che il tutto sia sviluppato sullo sfondo del linguaggio segreto dei fiori.

Qualche parola sull’autrice

Vanessa Diffenbaugh si è laureata a Stanford in Scrittura Creativa e in Educazione Artistica. Il linguaggio segreto dei fiori (Garzanti 2011) è il suo primo romanzo. È un fenomeno editoriale quasi senza precedenti. Conteso da tutti gli editori del mondo, è stato venduto in trenta paesi, dopo aste agguerrite e cifre record.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere