Natale è alle porte con la sua atmosfera magica e sognante e non esiste nulla di meglio che immergersi in una lettura per continuare a respirare l’aria natalizia.

Ci sono alcuni libri che da soli fanno Natale come Piccole Donne di Louise May Alcott e Il caso del dolce Natale di Agatha Christie, e altri che sono pieni di quei sentimenti di speranza e fiducia che questo particolare periodo dell’anno ispira. In questo articolo vi proponiamo 5 idee di libri da leggere in questo Natale ormai alle porte.

Il Lato positivo di Matthew Quick

 

Il lato positivo, o The Silver Linings Playbook in lingua originale racconta di Pat Peoples che durante il periodo trascorso in una casa di cura per malattie mentali si è convinto che la sua vita sia un film prodotto da Dio dall’inevitabile lieto fine, crede che alla fine arriverà l’happy end: l’inevitabile ricongiungimento con sua moglie Nikki. Ma quando Pat torna a vivere con i suoi genitori tutto è diverso. Pat guarda il suo mondo con sguardo incantato, cogliendone solo il bello, e anche se tutto è confuso, trabocca di contagiosa positività, fino all’imprevedibile finale.

“Sono in gran forma, e adesso mi esercito ad essere gentile invece che ad avere ragione”.

“Il mondo ti spezza il cuore in ogni modo immaginabile, questo è garantito, e io non so come fare a spiegare questa cosa né la pazzia che è dentro di me e dentro gli altri, ma indovinate un po’ domenica è di nuovo il mio giorno preferito, penso a tutto quello che gli altri hanno fatto per me e mi sento tipo uno molto fortunato”.

Piccole donne di Louisa May Alcott

 

Il romanzo narra le vicende della famiglia March, che vive vicino a Gettysburg. Il signor March è partito per la Guerra Civile, lasciando la moglie e le loro quattro figlie: Margaret (detta Meg), Josephine (detta Jo), Elizabeth (detta Beth) e Amanda (detta Amy). Le ragazze cresceranno combattendo contro le difficoltà economiche, dovute alla recente perdita della loro fortuna, i loro problemi quotidiani e loro difetti, accompagnate dalla benevola figura della signora March e dal fidato amico e vicino di casa Laurie Lawrence.

“Natale non sarà Natale senza regali”, borbottò Jo, stesa sul tappeto”.

“Vorrei non averla affatto la coscienza: è troppo scomoda. Se non mi preoccupassi sempre di agire rettamente e non mi sentissi a disagio quando sbaglio, andrei avanti magnificamente”.

Un diamante da Tiffany di Karen Swan

 

New York, Parigi, Londra: quale sarà la città per iniziare una nuova vita? Cassie ha appena lasciato il marito, dopo aver scoperto la terribile verità su un matrimonio che pensava perfetto. Sa che è il momento di voltare pagina e ricominciare. E allora, quale migliore aiuto di quello che possono offrirle le sue amiche d’infanzia?

“Le tue amiche non sono forse la famiglia che ti sei scelta da sola?”

Il caso del dolce di Natale di Agatha Christie

 

“Questo libro è come un pranzo di Natale preparato da un vero chef. E lo chef sono io!” Così Agatha Christie presenta la sua raccolta in sei gustosissime portate: dall’antipasto al dessert, sei indagini dell’inossidabile Poirot e della solo apparentemente innocua Miss Marple.

Avrò cura di te di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale

 

Gioconda detta Giò ha trentasei anni, una storia familiare complicata alle spalle, un’anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l’ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfetto, capace di fare vincere la passione sul tempo che passa: proprio quello che non è riu – scito al suo matrimonio. Ma una notte Giò trova un biglietto che sua nonna aveva scritto all’angelo custode, per ringraziarlo. Con lo sconforto, e con il coraggio di chi non ha niente da perdere, Giò ci prova: scrive anche lei al suo angelo. Che, incredibilmente, le risponde. E le fa una promessa: avrò cura di te. Poi rilancia.

“Non posso impedirti di inciampare. Però posso medicare il tuo piede ferito. E prenderti in braccio, fino a quando non sarai in gradi di camminare con le tue gambe.
Avro cura di te”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere