Affari d'oro
Libro: Affari d’oro
Autore: Madeleine Wickham
Pagine: 192
Ebook: 9,99
Cartaceo: 17,00
Casa Editrice: Mondadori
Pubblicato il: 06/10/2015
Genere: Romanzo
Età: +16
Valutazione:Valutazione tre stelle

 

 

“Liz lo fissava con gli occhi spalancati, il respiro sempre più rapido e, dentro di lei, un senso di deliziosa aspettativa sempre più forte”.
Affari d’oro di Madeleine Wickham

Questo libro rispecchia perfettamente lo stile di Sophie Kinsella già visto nei suoi ultimi lavori (ad eccezione di “Dov’è finita Audrey”). Liz e Jonathan, insegnanti sposati e genitori di Alice, hanno acquisito un vecchio college e per farlo hanno dovuto mettere in vendita la loro casa. I compratori però scarseggiano e sarà l’agente immobiliare Marcus Witherstone a trovare una soluzione dandola in affitto a Ginny e a Piers, attore in cerca di un ruolo che finalmente lo faccia diventare famoso.

Ma mentre Jonathan è occupatissimo dal lavoro per salvare il college e le casse della famiglia, ha inizio una storia tra Marcus e Liz che trovano in questa relazione un modo per stravolgere le loro monotone vite.

Ritroviamo qui una commedia brillante, ironica, in cui l’autrice racconta di matrimoni, amanti, figli in crisi adolescenziale. Dietro a un racconto apparantemente banale e frivolo l’autrice cerca sempre di soffermarsi anche sul lato psicologico e sentimentale di quello che provano i protagonisti dei suoi libri.

Sinceramente non ho però trovato molta differenza con i precedenti libri della serie e alcune vicende mi sembrava di averle già lette. Anche il finale mi ha lasciata un pò perplessa.

Per questo lo consiglio solo a chi è amante del genere e ha voglia di passare un pomeriggio piacevole in compagnia di un libro coinvolgente, ricco di tresche e sotterfugi. Consci però del fatto che non è certamente uno dei migliori di questa autrice.

Qualche parola sull’autore

Madeleine Wickham alias Sophie Kinsella: laureata sia in economia che in filosofia presso il New College di Oxford, ha lavorato per breve tempo come giornalista finanziaria per poi dedicarsi alla narrativa. Ha pubblicato con il suo vero nome sette romanzi rosa, apprezzati dalla critica ma non molto noti presso il grande pubblico. Nel 2000 è passata al cosiddetto genere chick lit pubblicando con lo pseudonimo “Sophie Kinsella” il suo primo successo internazionale, The Secret Dreamworld of a Shopaholic (in italiano I love shopping).

Su questo blog anche Dov’è finita Audrey?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere