La vita sessuale dei nostri antenatiLibro: La vita sessuale dei nostri antenati
Autore: Bianca Pitzorno
Pagine: 458
Ebook: 9,99
Cartaceo: 16,15
Casa Editrice: Mondadori
Pubblicato il: 1/06/2015
Genere: Narrativa italiana
Età: +18
Valutazione:4 stelle

 

“E’ una storia di famiglia dove quasi nessuno è allevato dai propri genitori. E’ una storia di ‘gender’ e ‘transgender’. E una storia di autoanalisi, dove Ada crede di essere donna ragionevole, e si lascia travolgere dall’irrazionale. Ci sono molti sogni importanti. C’è molto di quello che la mia generazione ha letto e amato al liceo classico. Ci sono pittori e pitture. Ritratti a olio e fotografie. C’è il colloquio con i propri morti, anzi con le proprie morte. Ci sono medium del passato e del presente…”
Bianca Pitzorno, biancapitzorno.it

La vita sessuale dei nostri antenati inizia a Cambridge, l’anno è il 1979. Ada Bertrand, docente universitaria di letteratura greca, è a un congresso sulle discese all’oltretomba per interrogare i morti nei grandi poemi classici. Proprio qui fa tre incontri che cambieranno la sua vita e daranno il via al suo viaggio nella storia della sua famiglia.

Tornata in Italia grazie a a una serie di strane coincidenze Ada scopre antiche carte, dipinti, gioielli, diari, ritagli di giornale che le fanno incontrare la lunga catena di donne da cui discende, con i loro desideri, gli errori, le battaglie per affermare sé stesse, i dolori, le sconfitte e le vittorie. Storie incredibili che la aiutano a comprendere che niente in realtà è come aveva creduto o come le era stato raccontato.

Con un finale aperto che lascia la voglia di leggere ancora, di capire di più, perchè il segreto più grande alla fine Ada non lo scopre, anche se il libro è disseminato di piccoli dettagli che portano il lettore a chiedersi: “avrò capito bene?”

Consiglio senz’altro questo libro a chiunque voglia intraprendere un viaggio straordinario in compagnia di un’autrice che riesce a far scorrere le parole sulla pagina con una maestria che a mio parere è inarrivabile. Nella consapevolezza che si tratta di una lettura non certo leggera e che alla fine del viaggio non ci saranno certezze.

Qualche parola sull’autrice

Bianca Pitzorno dal 1970 a oggi ha pubblicato più di quaranta tra saggi, biografie e romanzi, questi in prevalenza destinati ai bambini e ai ragazzi. Tra le sue ultime opere Le bambine dell’Avana non hanno paura di niente e Vita di Eleonora d’Arborea.

Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Idee da leggere